Chiesa del Carmine Messina

La Chiesa del Carmine è un edificio religioso della città di Messina realizzato tra la fine degli anni degli anni ’20 ed i primissimi anni ’30.

Chiesa del Carmine Messina

Chiesa del Carmine Messina


Il progetto della sua costruzione, in sostituzione dell’omonimo tempio distrutto dal sisma del 1908, fu affidato all’architetto Cesare Bazzani ed eseguito da Lorenzo Interdonato.
Lo stile architettonico ci riporta a quello che tanto piaceva e caratterizzava il settecento messinese.

All’esterno un’edicola votiva con la statua della Madonna del Carmelo con Gesù bambino in braccio spezza al centro il timpano della facciata principale sopra il portale d’ingresso.
L’interno si presenta a forma di croce greca contornato da cappelle con altari dedicate al Sacro Cuore, al Santissimo Crocifisso, alla Madonna di Lourdes, a Sant’Anna, a Sant’Alberto degli Abbati ed a Santa Lucia.

Marmi policromi decorano la pavimentazione e capitelli intarsiati sormontano grandi colonne marmoree rosate.
La caratteristica cupola a pianta ottagonale si erge su delle finestre circolari posizionate su ognuno degli otto lati della facciata.
L’altare maggiore conserva la settecentesca statua della Madonna del Carmelo con in braccio il bambino Gesù recuperata dalla chiesa che il terremoto cancellò per sempre.

La Chiesa del Carmine vanta anche un organo costruito dalla ditta Tamburini di Crema, la stessa a cui fu commissionato quello del Duomo cittadino.
Consacrata il 15 luglio del 1931, è uno degli edifici di culto più caratteristici della città per la posizione in asse con il Corso Cavour, una delle arterie principali del centro storico, dal quale in lontananza tra i palazzi sembra un punto di arrivo e per la colorazione che la contraddistingue.

Leggi anche

Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *